Canna Fumaria

STUFA A LEGNA

In base alle direttive contenute nella Legge 615, la canna fumaria deve essere costruita con materiali idonei ed avere dimensioni interne di diametro non inferiori a 220 mm; la lunghezza minima deve essere di 4,50 metri ed il terminale comignolo deve sporgere di almeno 1 metro dalla zona di reflusso del tetto e dalla sommità di un ostacolo se questi si trova ad una distanza inferiore ai 10 metri.
I camini devono essere costruiti con materiali idonei (es: acciaio inox) e perfettamente isolati con caratteristiche tali da non permettere abbassamenti di temperatura (coibentati).
Le pareti interne devono essere perfettamente lisce e non ci devono essere restringimenti e sporgenze lungo tutto lo sviluppo per non creare attrito e vortici nel fumo con una notevole riduzione del tiraggio.
Eventuale portello di pulizia ed ispezione sia perfettamente chiuso.
Prima di istallare la stufa su un camino di vecchia costruzione oltre ad osservare quanto già descritto, la sezione non dovrà essere né troppo piccola né troppo grande.
Se troppo grande ridurla introducendo un tubo metallico e dell’isolante tra questo ed il camino.
Che non ci siano aperture o crepe da dove possa penetrare aria fredda che diminuendo la temperatura dei fumi ne pregiudica il tiraggio.
Che non ci siano impedimenti provocati da corpi estranei o da depositi di fuliggine accumulati con anni di funzionamento.
Evitare tratti orizzontali e tanto più pendenze negative nonché curve troppo strette. È consigliabile che il primo tratto di raccordo che esce dalla stufa sia in verticale. Il tratto di raccordo che entra nella canna fumaria deve essere introdotto per pochi cm senza ridurre la sezione della canna stessa.
Sigillare accuratamente i raccordi nei punti d’innesto specialmente nel punto in cui il raccordo entra nella canna fumaria.
La canna fumaria dovrà rispondere ai seguenti requisiti:

  • Deve essere installata con l’anticondensa. E’ d’obbligo il montaggio con il maschio da tubi rivolti verso il basso;
  • Non dovrà essere collegato nessun altro caminetto, stufa, caldaia, o cappa aspirante di nessun tipo;
  • Deve essere adeguatamente distanziata da materiali combustibili o infiammabili mediante intercapedine d’aria o opportuno isolante;
  • Non si devono mai utilizzare nello stesso ambiente due stufe, un camino ed una stufa e una cucina a legna, ecc… poiché il tiraggio di uno potrebbe danneggiare il tiraggio dell’altro. Non sono ammessi inoltre, condotti di ventilazione di tipo collettivo che possono mettere in depressione l’ambiente di installazione, anche se installati in ambienti adiacenti e comunicanti con il locale di installazione;
  • E' vietato far installare all’interno della canna fumaria, sebbene sovradimensionata, altri canali di adduzione d’aria e tubazioni ad uso impiantistico;
  • E' consigliato che la canna fumaria sia dotata di una camera di raccolta di materiali solidi ed eventuali condense situata sotto l’imbocco della canna, in modo da essere facilmente apribile ed ispezionabile da sportello a tenuta d’aria;
  • Qualora si utilizzino canne fumarie ad uscite parallele si consiglia di alzare di un elemento la canna controvento.

STUFA A PELLET

In base alle normative Europee EN 15287 – EN 13384 – EN 1856 – EN 1443 – UNI 10683-:2012, la canna fumaria deve essere costruita con materiali idonei ed avere dimensioni interne di diametro non inferiori a 120 mm; la lunghezza minima deve essere di 3,50 metri ed il terminale comignolo deve sporgere di almeno 1 metro dalla zona di reflusso del tetto e dalla sommità di un ostacolo se questi si trova ad una distanza inferiore ai 10 metri.
I camini devono essere costruiti con materiali idonei (es: acciaio inox) e perfettamente isolati con caratteristiche tali da non permettere abbassamenti di temperatura (coibentati).
Le pareti interne devono essere perfettamente lisce e non ci devono essere restringimenti e sporgenze lungo tutto lo sviluppo per non creare attrito e vortici nel fumo con una notevole riduzione del tiraggio.
Eventuale portello di pulizia ed ispezione sia perfettamente chiuso.
Prima di istallare la stufa su un camino di vecchia costruzione oltre ad osservare quanto già descritto, la sezione non dovrà essere né troppo piccola né troppo grande.
Se troppo grande ridurla introducendo un tubo metallico e dell’isolante tra questo ed il camino.
Che non ci siano aperture o crepe da dove possa penetrare aria fredda che diminuendo la temperatura dei fumi ne pregiudica il tiraggio.
Che non ci siano impedimenti provocati da corpi estranei o da depositi di fuliggine accumulati con anni di funzionamento.
Evitare tratti orizzontali e tanto più pendenze negative nonché curve troppo strette. È consigliabile che il primo tratto di raccordo che esce dalla stufa sia in verticale. Il tratto di raccordo che entra nella canna fumaria deve essere introdotto per pochi cm senza ridurre la sezione della canna stessa.
Sigillare accuratamente i raccordi nei punti d’innesto specialmente nel punto in cui il raccordo entra nella canna fumaria.
La canna fumaria dovrà rispondere ai seguenti requisiti:

  • Deve essere installata con l’anticondensa. E’ d’obbligo il montaggio con il maschio da tubi rivolti verso il basso;
  • Non dovrà essere collegato nessun altro caminetto, stufa, caldaia, o cappa aspirante di nessun tipo;
  • Deve essere adeguatamente distanziata da materiali combustibili o infiammabili mediante intercapedine d’aria o opportuno isolante;
  • Non si devono mai utilizzare nello stesso ambiente due stufe, un camino ed una stufa e una cucina a legna, ecc… poiché il tiraggio di uno potrebbe danneggiare il tiraggio dell’altro. Non sono ammessi inoltre, condotti di ventilazione di tipo collettivo che possono mettere in depressione l’ambiente di installazione, anche se installati in ambienti adiacenti e comunicanti con il locale di installazione;
  • E' vietato far installare all’interno della canna fumaria, sebbene sovradimensionata, altri canali di adduzione d’aria e tubazioni ad uso impiantistico;
  • E' consigliato che la canna fumaria sia dotata di una camera di raccolta di materiali solidi ed eventuali condense situata sotto l’imbocco della canna, in modo da essere facilmente apribile ed ispezionabile da sportello a tenuta d’aria;
  • Qualora si utilizzino canne fumarie ad uscite parallele si consiglia di alzare di un elemento la canna controvento.
Riscalda e arreda la tua casa con una stufa La Fuente